Lotta tra razionalità ed istinto: è forse questo l’amore?

di Manuela Musso

grass-2563424_1920

L’Amore, una parola che tutti conosciamo. La parola Amore racchiude in sé un mondo, una molteplicità di sentimenti ed emozioni. Amore è qualcosa di superiore al quale nessuno può rinunciare, perchè è un’energia che ci nutre, ci rende forti e ci predispone favorevolmente al mondo.

La più suggestiva storia d’amore risale al II secolo d.c. ad opera dello scrittore Apuleio, questa storia narra dell’eterna lotta tra razionalità ed istinto. I due protagonisti, la bellissima Psiche ed il Dio dell’Amore Cupido, vivono un amore non facile, contrastato da Venere, Dea della Bellezza. Psiche ed Amore dopo una serie di dure prove e fatiche, riescono a congiungersi ed a vivere in armonia ed in serenità.

Nella tradizione occidentale l’amore ha sede nel cuore, nella tradizione induista e buddista l’amore ha sede nell’Anahata Chakra, comunemente chiamato Chakra del Cuore: due mondi così lontani, ma anche così uguali.
Anahata Chakra si trova al centro del petto ed è il quarto di sette, posto a metà fra i centri energetici bassi e quelli alti; lo si può considerare un ponte di collegamento fra il corpo e lo spirito, un centro di trasformazione alchemica “il piombo che diventa oro”.
Anahata Chakra è il centro del perdono, della compassione, dell’accettazione di noi e degli altri, dei sentimenti disinteressati.
Quando questo centro energetico è in disarmonia, il collegamento e la comunicazione fra Chakra bassi e alti è distorta; al nostro interno si crea il caos da noi percepito come malessere, insoddisfazione e dolore emotivo, spesso si arriva anche al vuoto emotivo, paragonabile al gelo dell’anima. Detto ciò si comprende l’importanza di prendersi cura di questo centro energetico.

I suggerimenti che mi sento di offrire sono:

AROMATERAPIA: olio essenziale di Rosa, quest’essenza aiuta a superare la tristezza e le delusioni, scioglie i blocchi che soffocano il cuore.

CRISTALLOTERAPIA: Quarzo Rosa, mette nella giusta prospettiva il vero significato dell’amore. Ispira il perdono per sé stessi, facilitandoci la capacità di percepire ed accogliere l’amore.

Prima di salutarvi voglio ancora dirvi: “Apritevi all’amore, e tutto andrà per il verso giusto!”

Articolo di Vivere Sostenibile Network edizione Febbraio + Marzo 2018, sezione Speciale Vita di Coppia

San Valentino nella natura

di Equotube

Ci siamo lasciati il mese scorso con la tradizione del gusto piemontese e ritorniamo – in occasione nel mese più dolce dell’anno – con un’esperienza del Live – Love – Learn. È il caso di Oropa Natura (presente nel pacchetto ViaggiAttivo e BenEssere) che vi aspetta nel Giardino Botanico di Oropa, piccolo feudo nel Regno delle piante. Immerso nel verde delle montagne e dei parchi naturali, è meta romantica per un turismo di qualità, grazie alla varietà dell’offerta disponibile: attività outdoor e indoor in aree protette che favoriscono la conoscenza approfondita degli aspetti naturalistici, paesaggistici e culturali del territorio.
Tra l’altro, il Biellese è anche tra i pochissimi territori in Italia ad annoverare due siti “Patrimonio dell’Umanità UNESCO”: il Lago di Viverone, parte dei “Siti Palafitticoli Preistorici dell’Arco Alpino” ed il Sacro Monte del Santuario di Oropa (ove si trova l’Oasi WWF Giardino Botanico di Oropa). Che dire, avete solo l’imbarazzo della scelta!

san_valentino

Live: Vivi la Valle Oropa. Love: Ama l’avventura. Learn: Conosci la Natura. Oropa Natura nasce dall’esperienza di Clorofilla, una cooperativa di giovani che ha voluto valorizzare la terra in cui vive ed in particolare il Giardino Botanico di Oropa. Se vi capita di vedere il giglio martagone e l’arnica montana in compagnia della rosa rugosa della Cina e della primula himalayana, probabilmente siete nel Giardino Botanico di Oropa. Che non è la Torre di Babele dei vegetali, ma piuttosto un piccolo “feudo” del Regno delle Piante dove sono raccolti rappresentanti di oltre 500 specie diffuse sul nostro pianeta. Tante le attività che si possono svolgere all’interno di questa meravigliosa oasi. Non solo osservazione della ricca varietà botanica, ma anche avventura: infatti, all’interno sono stati allestiti percorsi acrobatici nei boschi! I percorsi sono costituiti da una successione di piattaforme installate a varie altezze e, attraverso una serie di passaggi avventurosi e giochi sospesi, si passa da un albero all’altro. Equilibrio, spirito d’avventura, voglia di mettersi in gioco, coordinazione e forza, sono gli elementi indispensabili per vincere la sfida: sui percorsi si cammina tra le fronde, si attraversano ponti tibetani, si scivola con le carrucole fino a terra per vivere un’esperienza unica e irripetibile dove nulla è artificiale: solo voi e la natura. Insomma, due cuori e un parco da esplorare, insieme!

Se sei un lettore di Vivere Sostenibile per te i pacchetti Equotube sono scontati! Per un regalo di San Valentino avventuroso e rispettoso della Natura clicca qui e applica lo sconto!