WEDO FabLab – Pallet Design Contest

di Massimiliano Ferrè

IMG-20171101-WA0001

Si chiama Matteo Di Riso il vincitore del “Pallet Design Contest”, indetto da WE DO FABLAB tra i mesi di Ottobre e Novembre. Al concorso, che ha visto la preziosa sponsorizzazione di Vivere Sostenibile Alto Piemonte, hanno partecipato nove makers – tra uomini e donne – tutti con progetti differenti e innovativi.
La sfida lanciata dall’Associazione WE DO FABLAB, che da anni si occupa di diffondere la cultura del “fai da te” e del riciclo, consisteva nell’ideare una serie di tavoli partendo dai bancali industriali (chiamati anche “pallet”): smontando, modificando e assemblando le assi di legno di cui sono composti infatti si possono realizzare a costo zero scaffali, tavoli, sedie, porta vasi, ecc… Nel laboratorio condiviso per la fabbricazione di Bellinzago Novarese, la necessità era quella di avere dei tavoli da utilizzare per i corsi di formazione ed i workshop… da qui il concorso aperto al pubblico!
Il team di valutazione, composto da Massimiliano Ferré (presidente Associazione WE DO FABLAB), Andrea Barcheri (Make-Arch) e Luca Papini (Luca Papini Design Studio), ha valutato i progetti in base al Concept (idea, presentazione grafica, chiarezza delle informazioni) e al Design (fattore economico, modularità, mobilità, funzionalità), premiando in particolare chi mostrasse delle soluzioni complessive prendendo in considerazione il Layout dello spazio.
Matteo, oltre a vincere il premio in denaro (200 euro), si riserva la possibilità di utilizzare 100 crediti sulle lavorazioni CNC presso il laboratorio di Via A. Antontelli 29. È Andrea Barcheri che si occupa della realizzazione delle postazioni di lavoro, assistito dal vincitore Matteo Di Riso.
Riutilizziamo gli oggetti generalmente considerati obsoleti per dargli una seconda vita: We Do Fablab è anche questo! Sul sito www.wedofablab.it è possibile visionare parte dei progetti candidati con foto e punteggi.

Nota della Redazione: siamo felici di aver partecipato al contest di WEDO Fablab, per vari motivi. La messa in condivisione di risorse ed apparecchiature, l’utilizzo di materiali riciclati, la possibilità di imparare ad utilizzare software e strumenti innovativi per dare forma alle proprie idee. Ci è sembrato importante, utile e stimolante.

Annunci