Menopausa in medicina tradizionale cinese

di Paola Massi, operatrice tuinà

dragon-2634391_1920Dopo il concepimento, nelle ovaie del feto femmina si trova una gran quantità di ovuli (circa 1 o 2 milioni) che diminuisce già dalla nascita fino al completo esaurimento in menopausa. Questo periodo, che nella donna corrisponde all’interruzione del ciclo mestruale, è preceduto da una fase chiamata climaterio che può durare fino a qualche anno prima della completa cessazione del mestruo (non meno di sei mesi). Il climaterio e la menopausa sono caratterizzati da una serie di sintomi fisici ed emotivi che variano in intensità, a seconda dello stile di vita della donna e delle sue abitudini alimentari nell’arco della vita. La Medicina Cinese interpreta la menopausa come un profondo mutamento energetico che si estende oltre i cambiamenti fisici, coinvolgendo la mente, le emozioni e lo Spirito di una donna. Con l’avanzare dell’età la nostra energia diminuisce e i Reni che sono la sede dell’energia vitale, sono tra i principali responsabili degli squilibri che si manifestano durante la menopausa. La loro energia diminuisce in entrambi gli aspetti yin e yang, dove lo yin rappresenta i fluidi che nutrono il corpo e lo yang l’energia e il calore. Nel caso in cui lo yin sia deficitario ci saranno sintomi quali vampate, sete e gola secca, sudori notturni, urine scarse e scure, astenia, stitichezza e secchezza vaginale. Con il progredire del consumo dello yin, si presenteranno manifestazioni da calore-vuoto che interesseranno il Cuore con sintomi di carattere emotivo quali ansia, depressione, insonnia e palpitazioni. Quando lo yang renale è insufficiente avremo mancanza di calore nel corpo, quindi freddolosità, urine frequenti, chiare e abbondanti, apatia, dolori alla zona lombare e ginocchia. Spesso vi è carenza di entrambi questi aspetti, con manifestazione di sintomi combinati. Un altro organo coinvolto in questo processo è il Fegato che riveste un ruolo molto importante nella salute della donna, poiché regola il libero fluire dell’energia e del sangue (ciclo mestruale), così come quello delle emozioni. In menopausa il coinvolgimento del fegato nei suoi aspetti yin e yang conduce a sintomi quali secchezza (occhi, unghie, capelli, vagina), visione offuscata, crampi, insonnia, unghie fragili, forte cefalea, irritabilità, acufeni e vertigini. Il corpo esprime così la sua richiesta di aiuto, in un momento in cui la sua energia sta naturalmente diminuendo. È quindi importante ascoltare le sue esigenze riposando più a lungo e accettando il fatto che non si riescano più a sostenere ritmi di vita troppo intensi. Anche l’alimentazione dovrebbe essere calibrata in base alle carenze energetiche manifestate dai vari organi. Un valido aiuto è rappresentato dalla medicina cinese che riequilibra le energie migliorando lo stato di salute attraverso l’agopuntura o i trattamenti tuina, e pratiche quali il qigong e il tai chi che insegnano a respirare, meditare e a raggiungere un profondo senso di benessere aumentando il livello dell’energia vitale. Per una donna la menopausa rappresenta l’opportunità di guarire e rafforzare il proprio corpo bilanciando e armonizzando le energie, affinché questo momento di trasformazione rappresenti un nuovo inizio che la aiuti a scoprire, perseguire o completare quella che è la missione della sua vita.

Articolo di Vivere Sostenibile Alto Piemonte edizione Settembre 2017, sezione Speciale Benessere Olistico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...