Il Bambino Naturale

di Diana Tuzzi

autumn-165184_1280

Quello dedicato al bambino è a livello commerciale uno dei maggiori business. Una  notevole fetta del mercato è dedicata a lui ed è in continua crescita a causa della preoccupazione genitoriale di avere la maggiore cura possibile per il proprio piccolo e l’ansia di non fare mai a sufficienza.
Prodotti per il bagno, dopo bagno, shampoo, profumi, talco e una miriade di articoli, la maggior parte dei quali completamente inutile. Intorno al bambino e al suo benessere si crea una incredibile quantità di esigenze che però, non sono esigenze reali.
In effetti per la cura e la salute della pelle del bambino sono davvero necessari pochi, pochissimi prodotti, mirati e di buona qualità, sia per la detergenza e cosmetica della pelle, sia per la detergenza del bucato.
Va precisato che è sempre bene evitare qualsiasi tipo di profumo o profumazione per i bambini; anche gli oli essenziali sono da evitare, almeno fino al terzo anno di età. Gli oli essenziali sono concentratissimi e sono naturalmente dei potenti allergeni, hanno specifici effetti sia a livello cosmetico, tanto da essere considerati attivi e non solo profumatori, sia a livello aroma-terapico. Gli oli essenziali non si solubilizzano in acqua e per questo motivo non sono mai da aggiungere al bucato. Il talco va usato con estrema moderazione, potrebbe risultare occlusivo per i pori della pelle e procurare delle crisi di asma per inalazione.
Non si usa alcun ammorbidente per il bucato del bambino, perché gli ammorbidenti sono fra le prime cause di allergie ed eritemi, al posto degli ammorbidenti classici si può utilizzare una soluzione di acido citrico che è naturale e non lascia alcun residuo.
Shampoo e bagnoschiuma sono solitamente troppo profumati e detergono la pelle troppo a fondo, a questi è bene preferire del sapone di vero Marsiglia che è a base di olio di oliva, oppure del sapone di vero Marsiglia liquido.
L’amido di riso è da evitare soprattutto in caso di arrossamenti della pelle, perché asciuga sequestrando la poca acqua presente su una pelle irritata o secca; al suo posto, in caso di pelle arrossata o infiammata è bene usare del bicarbonato di sodio sciolto in acqua tiepida, che ha un potere decongestionante e antinfiammatorio per la pelle.
Al cambio del pannolino o in qualsiasi caso di arrossamento, il prodotto migliore da usare è il burro di karité che però sia raffinato. Il karité grezzo infatti è molto ricco di impurità e irrancidisce velocemente (tre mesi al massimo). La raffinazione deve essere fatta in corrente di vapore, perché questo preserva tutte le vitamine e le proprietà del prezioso burro di karité. Accertarsi sempre che il Burro di karité che si sta acquistando sia estratto in modo naturale e senza uso di solventi sintetici, perché altrimenti lo impoveriscono irrimediabilmente delle sue vitamine e perché resta sempre qualche residuo di solvente nel prodotto. Il solo solvente ammesso per l’estrazione è l’acqua come veicolo per ottenere la maggiore quantità di prodotto.
La corsa all’igienizzazione di ogni ambiente e di ogni capo di vestiario sta assumendo toni ospedalieri, mentre è necessario permettere al sistema immunitario del bambino di rinforzarsi, i batteri sono utili e importanti, quello che è necessario è una buona pulizia, ma nella norma, le case e gli ambienti totalmente asettici non sono per forza un bene, ad esempio già l’acqua a 40°C è un ottimo pulitore/igienizzante.
Al bucato è possibile aggiungere del percarbonato di sodio puro, perfetto per  smacchiare e sbiancare, adatto a capi colorati e bianchi, sviluppa ossigeno attivo a partire dai 30°C, ma è sempre consigliabile lavare il bucato ad almeno 40°C.

soap-601239_1920
Riassumendo i prodotti davvero importanti e dei quali non farei a meno per la cura del bambino sono cinque, massimo sei:
1- Burro di karité da usare a ogni cambio di pannolino o dopo il bagno, per aiutare a eliminare la crosta lattea  e sempre su pelle umida. I burri, così come gli oli, nutrono ma non hanno alcuna quota acquosa, cioè mantengono l’idratazione presente sulla pelle al momento della loro applicazione. E’ quindi necessario dare loro la quota acquosa mancante, viceversa alla lunga tenderanno a seccare la pelle, quindi oli e burri vanno sempre applicati su pelle inumidita.
2- Bicarbonato di sodio, per il bagno quando la pelle è irritata o arrossata
3- Percarbonato di sodio come additivo del bucato
4- Acido citrico in soluzione, da usare come ammorbidente
5- Lisciva liquida da Marsiglia per il bucato
6- Vero sapone di Marsiglia, preferibilmente solido, oppure Marsiglia liquido per la detersione e l’igiene della pelle
La spesa complessiva per questi prodotti si aggira intorno ai 40,00 euro, durano per parecchi mesi e sono tutti completamente naturali e ad impatto bassissimo, non rilasciano residui nell’ambiente e si degradano molto velocemente in modo totale.

Articolo di Vivere Sostenibile Alto Piemonte edizione di Novembre 2016, sezione Speciale Bambino Naturale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...