Intervista al nostro editore!

Intervista ad Enrico Marone, editore e redattore della rivista Vivere Sostenibile Alto Piemonte.

erik.jpg

Come e quando è nata la rivista gratuita Vivere Sostenibile Alto Piemonte? Quali sono i valori che condivide, supporta e diffonde?

«L’edizione Alto Piemonte di Vivere Sostenibile ha pubblicato il suo primo numero a marzo di quest’anno. Il titolo naturalmente non è casuale, ma è l’elemento comune dei temi e dei valori che vogliamo trasmettere. In ambito bio-eco ma non solo, ci interessa diffondere la reale possibilità di vivere e far crescere un mondo che si basi su principi di giustizia, solidarietà, partecipazione, consapevolezza, cura del pianeta, eticità e quindi respinga quella visione puramente mercantile che ci ha regalato gli attuali disastri a livello non solo locale, ma planetario. Tutto questo all’interno del territorio del quale ci occupiamo, le province di Novara, Vercelli, Verbania e Biella».

Vivere Sostenibile Alto Piemonte è nata da poco ma ha già una bella diffusione e tanti contenuti interessanti:

Quali sono i vostri sogni per il presente ed il futuro? Quanto coraggio, resilienza e passione ci vuole per intraprendere una strada coraggiosa e bellissima come la vostra?

«Siamo molto contenti per l’accoglienza che ha avuto tra i cittadini. È una rivista che viene richiesta e questo è un ottimo segnale. L’impegno necessario per produrre un giornale con contenuti interessanti e vari è notevole, ci lavoriamo in tre ma praticamente a tempo pieno e con pieno intendo anche i giorni festivi. Uno degli elementi più importanti credo sia la curiosità, la voglia di conoscere realtà, persone ed attività che costellano il nostro territorio e che è importante far conoscere senza preconcetti. Saranno poi i lettori che potranno valutare e se interessati approfondire.

Tutto ciò comporta necessariamente una ricerca, il contatto, la comprensione e poi il lavoro editoriale successivo. Sì c’è anche una parte di coraggio in tutto questo, in particolare legato al fatto di essere ciò che sentiamo di essere, esplorare ciò che incontriamo sulla nostra strada, insomma il coraggio di essere veri. Impegnativo ma vi assicuro che ci si sente meglio».

… il resto dell’intervista prosegue qui!

Annunci

Speciale birrifici!

Un assaggio dello speciale con…

Hordeum viveresost

è il birrificio agricolo di Novara. Questa è la nostra identità, che non è semplicemente legata alla produzione artigianale della birra, ma coinvolge l’appartenenza al novarese in ogni aspetto della vita aziendale, dalla coltivazione delle materie prime fino alla diffusione dei nostri prodotti sul territorio.[…] abbiamo dato voce alla capacità artigiana recuperando il sito di cultura industriale dalla ex centrale del latte, che ci ha ricordato una città della rinascita economica, nella quale “semplice” e “genuino” erano valori diffusi e simboli di una comunità. Avere creduto in un birrificio agricolo è un investimento che sappiamo ci ripagherà nel tempo, ma è soprattutto il nostro più profondo valore. […] la valle del Ticino rappresenta un’oasi occupata per oltre il 50% da attività legate all’agricoltura. Noi apparteniamo al versante piemontese del fiume dove il Parco del Ticino e del Lago Maggiore è stato istituito nel 2009 e annovera i territori di undici comuni fra i quali quello di Cameri che rappresenta la maggiore area di approvvigionamento di cereali per la produzione delle birre Hordeum.
La vocazione all’ecosostenibilità e l’amore per questa terra unica, che abbiamo considerato fra i valori fondanti del nostro birrificio agricolo, è resa concreta dal marchio di qualità ambientale Ticino Valley area MAB Piemonte cui abbiamo aderito.
La nostra intenzione è arrivare al 100% di materia prima proveniente dal territorio. […] La birra che produciamo, infatti, proviene dall’orzo ma anche dal farro, dalla segale, dal pregiato Riso Carnaroli e dai caratteristici Riso Venere e Riso Ermes.
[…]

Hordeum
Corso Vercelli, 120 – Novara
http://www.hordeum.it
info@hordeum.it
0321 467574
393 3147840

Barbanera

tipidibirre

Un’equipe, un dottore, atmosfera retrò e la capacità di imbottigliare l’essenze di cose e persone. Ecco cosa contraddistingue Barbanera, un birrificio artigianale a conduzione familiare di Cavallirio, sulle colline del novarese, che deve il nome all’omonimo misterioso fondatore. […] Tralasciando gli innumerevoli interrogativi sull’identità del “magnifico inventore di inebrianti”, uno su tutti l’innaturale lunga età che ad occhio e croce dovrebbe avere, a differenza del dottore è possibile incontrare i membri dell’equipe a rotazione agli eventi birrai o presso la sede di Cavallirio (detta laboratorio non segreto) dove tra le altre cose ogni mercoledì l’orario di chiusura ritarda ed è possibile degustare più comodamente “gli inebrianti”.
Non solo l’equipe (vestita con tanto di camice bianco) è particolare, da Barbanera tutto si trasforma in un racconto ucronico: dalle storie sulle etichette delle bottiglie (che
presentano alcuni riferimenti storici reali), passando per i gadget fino alle iniziative, tutto contribuisce a fornire dettagli che, per chi il cliente più attento, servono a dissipare l’alone di mistero intorno alla figura del dottore.
Nata come BeerFirm nel 2014 (da quest’anno possiede un proprio impianto) Barbanera produce quattro differenti birre: Mariù, una biondina nata dallo stile Belgian Ale. Irma una rossa basata sulle Dubbel Belga,tendenzialmente dolce ma non stucchevole. La Bigiata, una Saison (speziata e agrumata) molto particolare. Orad’Ora, una American Pale Ale “piaciona”. […] come recita il loro slogan è “Testata su Esseri Umani™”. […]

Barbanera
Via Matteotti 18/20 – Cavallirio (NO)
http://www.birrabarbanera.it
info@birrabarbanera.it
0163 028007

 

Il Birrificio ossolano

8248M-foto1

nasce a Malesco, in valle Vigezzo nel contesto del “Progetto Leon d’Oro”. Abbiamo iniziato questa attività spinti da una passione coltivata a livello personale ma anche dalla volontà di vivere e lavorare in modo differente.
La filosofia che sottende il progetto è orientata a diffondere modelli comportamentali e di fruizione sostenibili, legati al recupero e alla valorizzazione dell’area rurale alpina ed alla promozione di un’economia locale basata su filiere corte che valorizzino costantemente il rapporto uomo-ambiente. […]
Tutta l’area produttiva è collegata ad un impianto a pannelli solari che consente di abbattere il dispendio energetico durante le fasi di produzione.
Il Birrificio produce quattro tipologie di birre ad alta fermentazione e non pastorizzate: la chiara LUDO e la Ludo Special, la rossa dei Twergi (antichi folletti dei boschi) e la Stria (La strega), birra ambrata.  Stagionalmente invece si possono trovare la birra nera del Rusca (spazzacamino), la birra di Castagne e la Garse (la fanciulla), la nostra Weiss.
[…] Dopo tre anni di attività stiamo pensando a nuove sfide: una birra tutta Bio con malti biologici e luppoli coltivati localmente.  […]

Il Birrificio Ossolano
Via Conte Mellerio, 47 – Malesco (VB)
http://www.leondoro.eu
birrificio.ossolano@leondoro.eu
0324 929925
345 4462979

 

Birrificio Marconi

Volantino MARCONI-1marzo-1

Dalla casa di via Marconi sono nate le prime ricette di Massimiliano Fabbri, che con capacità, meticolosità ed estro è riuscito a colpire gli amici, tra cui l’attuale socio Lorenzo Frattini. I due appassionati, nel 2015 hanno avviato il progetto Birra Marconi, aprendo un piccolo birrificio professionale alle porte di Novara. I positivi riscontri li hanno stimolati ad aumentare la serie di prodotti, la produzione e adeguare i locali a ricevere visitatori con un’accogliente sala di degustazione ben visibile dall’esterno. La produzione spazia dalla Gold a bassa fermentazione riconducibile alle lager tedesche, alle ales, con la Red e la Special, la prima un’ambrata prodotta con malti tostati e caramellati e la seconda dal corpo rotondo e dal grado alcolico più sostenuto, fino alla Rice, una specialità che tra gli ingredienti utilizza una materia prima locale: il riso. L’entusiasmo e il successo delle quattro versioni stanno stimolando il birrificio a creare altre ricette ora in “cantiere”, in particolare un’immancabile IPA.
Marconi Gold – a bassa fermentazione dalla schiuma affascinante fine bianca e persistente, colore dorato perlage leggero e fine. Al naso gli aromi floreali e piacevolmente erbacei si amalgamano perfettamente con il malto. La delicata frizzantezza e il corpo medio, unite al finale amaro non persistente e invasivo, ben equilibrato con il dolce del malto, la rendono adatta ad essere bevuta da sola o accompagnata con cibi semplici di tutti i giorni.
Marconi Rice – immancabile una birra che tra i suoi ingredienti ha il prodotto principe della zona: il riso. […]
Marconi Red – rossa ad alta fermentazione caratterizzata dall’uso di malti tostati e caramellati. […]
Marconi Special – ad alta fermentazione caratterizzata da abbondate uso di malto e luppolo, schiuma bianca abbastanza persistente e fine; colore ambrato e perlage fine. […]
[…]

Birrificio Marconi
Via Marie Curie 13 – Novara
facebook.com/BirraMarconi
birramarconi@gmail.com
0321 233456

…approfondisci la lettura leggendo la rivista online! La trovi qui da pag 16 a 18

Articolo di Vivere Sostenibile Alto Piemonte edizione Settembre 2016, sezione Speciale Birra Artigianale

 

Speciale Birra Artigianale

Questo mese all’interno di Vivere Sostenibile trovate lo Speciale Birra Artigianale! I birrifici della zona si raccontano, ma non solo: due articoli introduttivi ci parlano del panorama birrario italiano e dell’esperienza del fare la birra in casa, diventando homebrewers. Grazie di cuore agli autori per questi preziosi contributi!

Qui il pdf online

birra

È uscito il numero di Settembre!

L‘autunno è in arrivo con i suoi colori, le scuole riaprono ai bambini e noi ricominciamo con il nuovo numero di Settembre di Vivere Sostenibile Alto Piemonte!
Siamo in fermento questo mese per lo Speciale Birra Artigianale. I birrifici della zona si raccontano alla nostra rivista, perchè l’artigianalità è importante per mantenere viva la conoscenza e per combatte lo sfruttamento intensivo attuato invece dalle grandi fabbriche.
Qui il link per leggere online il pdf della rivista!
Vuoi riceverlo via mail tutti i mesi? Clicca qui!
Cin cin e buona lettura 🙂
settembre_01