I vantaggi della mobilità sostenibile e Piccolo Vademecum per il ciclista urbano

di FIAB Novara

IMG_1323

La mobilità sostenibile è quella che prevede un minor uso di spazio e di energia; pertanto un minor uso dell’auto privata e dell’aereo, un maggior uso dei piedi, della bicicletta, del trasporto pubblico locale e del treno. A volte in certi territori e con certe organizzazioni sia urbanistiche che di servizi l’auto privata è o sembra essere l’unica possibilità efficiente di movimento. Per poter ridurre l’inquinamento atmosferico, migliorare la salute dei cittadini e contenere i cambiamenti climatici è necessario modificare il nostro modello di mobilità basato oggi prevalentemente sull’auto privata. Si tratta di modificare l’offerta di mobilità, cioè di rendere realmente possibili altri modi di muoversi , ma anche di rendere desiderati altri modi, come la bici ed il trasporto pubblico. Le campagne di comunicazione basate su principi emozionali possono realmente modificare i comportamenti dei cittadini.
La bicicletta è una delle chiavi di volta di una mobilità diversa, innovativa e smart, in relazione e alleata con le altre modalità di spostamento “non motorizzate” e con un trasporto pubblico altrettanto innovativo.
La bicicletta non  è solo un mezzo di trasporto sostenibile, è un modo veloce per spostarsi quotidianamente nella propia città e arrivare in luoghi dove altri mezzi non ti portano; da autonomia negli spostamenti e consente al contempo di socializzare la città, vivendola e vedendola in modo diverso. Non solo può sostituire l’auto ma può aggiungere qualcosa ai nostri percorsi quotidiani: uno sguardo diverso, movimento e benessere, risparmio di tempo e denaro.
Un modo diverso di muoversi, che consente di conoscere e capire non solo la città, ma anche il territorio, il paesaggio, l’ambiente in cui viviamo.
Più bicicletta, più spostamenti a piedi e più trasporto pubblico locale sono le chiavi di volta per raggiungere entrambi gli obiettivi di maggiore sicurezza di spostamenti e maggiore vivibilità delle nostre città.
Miglior mobilità vuol dire anche miglior qualità della vita, riduzione dell’inquinamento, turismo, economia.

boh2

Evitare  strade  trafficate e, possibilmente, scegliere itinerari provvisti di piste ciclabili.
Uno degli errori più frequenti che le persone commettono quando iniziano a muoversi in bicicletta è percorrere esattamente le stesse strade di quando si muovono in auto.
In generale è meglio scegliere strade con meno auto e dove il traffico è più lento. Studiando bene il percorso, si scopriranno molte strade secondarie, più tranquille, che permettono di raggiungere ugualmente la meta, attraversando soltanto le strade principali anziché percorrendole.
Bisogna ricordarsi inoltre che, se ci sono piste ciclabili, i ciclisti sono OBBLIGATI ad usarle.

Rendersi visibili. Troppo ovvio? Bene, se è così, allora perché molti ciclisti viaggiano senza fanali e catarifrangenti alla sera o di notte?
Luci e catadiottri non sono optional; sono invece elementi fondamentali e anche obbligatori per la sicurezza del ciclista e devono quindi essere sempre presenti e in condizioni di efficienza. In commercio si possono trovare luci rosse intermittenti posteriori da usare come integrazione. Meglio ancora usare fanali che funzionano con la dinamo, così non si scaricano le batterie e non si producono rifiuti pericolosi e difficili da smaltire. E’ inoltre utile indossare pettorina rifrangente e abiti chiari e sgargianti, soprattutto di notte. Capi di colore arancione o giallo riflettenti fanno la differenza. Anche le fasce rifrangenti di bretelle o ferma pantaloni sono una soluzione valida e poco costosa.

Segnalare la propria presenza suonando il campanello
A volte ci si sente a disagio a suonare il campanello, ma è certo meglio provare imbarazzo piuttosto che essere investiti. Anche il campanello è obbligatorio, ma è bene operare una scelta accurata, preferendo modelli che siano ben udibili anche a distanza e nel caos del traffico.

Guardarsi alle spalle
Usare uno specchietto retrovisore. Ce ne sono di diverso tipo, da applicare al manubrio, al caschetto o agli occhiali. Anche se non si tratta di un accessorio indispensabile può essere molto utile per tenere sotto controllo il traffico anche alle spalle.

Rispettare le norme
Conoscere e rispettare norme e segnaletica è un modo per partecipare consapevolmente alla propria sicurezza, condizione necessaria anche se non sufficiente.
Nella complessità della mobilità cittadina, il ciclista deve attenersi scrupolosamente al Codice della Strada come se fosse alla guida di un’auto; prima di tutto perché in caso di incidente con altri mezzi di trasporto ha spesso la peggio e inoltre perché così agevola il congestionato traffico cittadino (non andare contromano, non passare con il semaforo rosso, scendere dalla bici negli attraversamenti pedonali, a meno che non ci sia l’apposito attraversamento segnalato con tratteggio “a quadrotti” sulla strada, non utilizzare le corsie interne delle rotatorie).

Essere prudenti
Prudenza e buon senso aiutano a prevenire incidenti. Evitare se possibile le strade più trafficate; pedalare come se si fosse invisibili; valutare i pericoli che stanno intorno.

Cercare il contatto visivo con i conducenti degli altri veicoli
Molto utile è guardare negli occhi chi guida per rendersi conto se ci ha visto o se è distratto. Nel caso, richiamare la sua attenzione è importante per tutti e due!

Segnalare con le braccia l’intenzione di svoltare a destra/ sinistra o di spostarsi al centro della carreggiata
Per permettere agli altri utenti della strada di capire dove andremo in modo che possano comportarsi di conseguenza.

Articolo di Vivere Sostenibile Alto Piemonte di Giugno n4, sezione Mobilità e Turismo Sostenibile

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...